Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Quando ho iniziato ad amarmi...

ho capito che...

...il dolore e la sofferenza emotiva sono solo segnali di avvertimento che sto vivendo in contrasto con la mia stessa verità. Oggi so che questo è "ESSERE AUTENTICI".

Quando ho iniziato ad amare me stesso, ho capito quanto può influire su qualcuno se cerco di imporre i miei desideri a quella persona, anche quando in realtà so che non è il momento giusto e che quella persona non è pronta per questo - e questo è vero anche se quella persona sono io. Oggi lo chiamo "RISPETTO".

Quando ho cominciato ad amarmi, ho smesso di desiderare un'altra vita, e ho potuto vedere che tutto ciò che mi circondava mi invitava a crescere. Oggi lo chiamo "MATURITÁ".

Quando ho cominciato ad amarmi, ho capito che in ogni circostanza sono sempre al posto giusto al tempo giusto e tutto avviene esattamente al momento giusto. Da quel momento in poi ho potuto essere sereno. Oggi lo chiamo "FIDUCIA IN SE STESSI".

Quando ho iniziato ad amarmi, ho smesso di rubare il mio tempo e ho smesso di progettare grandi eventi futuri. Oggi faccio solo ciò che mi porta gioia e mi rende felice, cose che amo fare e che fanno sorridere il mio cuore - e le faccio a modo mio e al mio ritmo. Oggi la chiamo "SEMPLICITÀ".

Quando ho cominciato ad amarmi, mi sono liberata da tutto ciò che non era bene per me - cibo, persone, cose, situazioni - e da tutto ciò che mi ha trascinato giù e mi ha allontanato. All'inizio chiamavo questo atteggiamento "EGOCENTRISMO POSITIVO".
Oggi so che si tratta di "AMOR PROPRIO".
CHARLIE CHPALIN